CUNEO - giovedì 11 gennaio 2018, 12:22

Aggredito all'ospedale Carle: quattro giorni di prognosi

Vittima un agente penitenziario. L'aggressore è un detenuto ricoverato da mesi nelle celle di sicurezza

  • Aggredito all'ospedale Carle: quattro giorni di prognosi

Ieri pomeriggio alle ore 15.30 circa, nel reparto celle sicurezza dell'Ospedale “Carle” di Cuneo un Agente di Polizia Penitenziaria è stato aggredito mentre supportava il personale infermieristico che doveva somministrargli dei farmaci. Il detenuto, nato a Milano, 20enne, ricoverato da più mesi nella struttura è stato autore già di diverse aggressioni al personale e ha anche danneggiato la cella di detenzione. Quattro i giorni di prognosi per l'Agente ferito.

A dare notizia è l’O.S.A.P.P. (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria) per voce del Segretario Generale Leo Beneduci che afferma: "Il nuovo anno prosegue con i vecchi problemi lungi dall'essere risolti dall'amministrazione".  “Per qualcuno le aggressioni al personale sono l'ordinaria “amministrazione” - prosegue Beneduci - , un rischio insito nella operatività degli appartenenti al Corpo, tralasciando grossolanamente il fatto che le migliori condizioni di lavoro per gli Agenti sono determinate anche dall'assenza delle aggressioni in danno di chi dovrebbe fare rispettare l'ordine e la sicurezza degli istituti penitenziari.”
c.s.
cuneo


Tag:
OSAPP - Aggressione - Detenuto - Agente - Ospedale Santa Croce e Carle
Altre notizie che potrebbero interessarti
Leggi tutte le notizie correlate