CUNEO - venerdì 12 gennaio 2018, 16:20

Due per mille: trionfa il PD, sorprese Rifondazione Comunista e Fratelli d'Italia

Come gli italiani hanno finanziato i partiti attraverso l'ultima dichiarazione dei redditi

  • Due per mille: trionfa il PD, sorprese Rifondazione Comunista e Fratelli d'Italia

E' un trend di crescita quello relativo al finanziamento ai partiti politici, attraverso la dichiarazione dei redditi degli italiani. Ammonta infatti a più di 15 milioni di euro il "malloppo" che nel 2017 (su redditi 2016), i contribuenti del nostro paese hanno deciso di destinare ai partiti. Nel 2016 (su redditi 2015) i milioni furono undici. In termini assoluti, le persone che hanno compiuto questo tipo di scelta sono circa 1,2 milioni (erano 900mila nel 2016). Per quanto possano sembrare cifre importanti, si tratta di valori molto bassi. Basti pensare che si è passati dal 2,38% del 2016 al 3% di contribuenti nel 2017.

A farla da padrona è il Partito Democratico a cui vanno quasi 8 milioni di euro. In seconda posizione, molto staccata, la Lega Nord (ora Lega) con 1,8 milioni. Sul terzo gradino del podio sale Forza Italia con 850mila euro. Al quarto posto, sorprendentemente a ridosso del partito guidato da Silvio Berlusconi, si colloca Fratelli d'Italia con 790mila euro di finanziamento. "Dopo l'eliminazione del finanziamento pubblico ai partiti, legge appoggiata anche da Fratelli d'Italia che è tra l'altro il partito che si batte anche per l'abolizione delle pensioni d'oro, l'unico strumento rimasto è quello di devolvere il 2X1000 ai partiti. Questo il popolo di Fratelli d'Italia lo sa bene e lo sanno anche molti patrioti che pur non essendo iscritti ci finanziano tramite la denuncia dei redditi. Per noi è fondamentale avere il consenso anche sotto questo punto di vista poiché tutto ciò che ricaviamo viene utilizzato per le campagne elettorali o per convegni e iniziative" dichiara Denis Scotti, responsabile di Cuneo e membro dell'assemblea nazionale del partito che candida Giorgia Meloni a premier alle elezioni politiche del 4 marzo.

Ancor più sorprendente il dato di Rifondazione Comunista, se raffrontato al suo peso elettorale dell'ultimo periodo. 610mila euro al partito che fu di Bertinotti e Cossutta ed il cui segretario regionale oggi è Fabio Panero che commenta così: "per me nessuna sorpresa, radicamento sul territorio e un "mazzo" tanto. Il Piemonte si colloca al terzo posto in Italia come sottoscrizioni con 6878 sottoscrizioni (più 1369) un ottimo risultato davvero, questo è il finanziamento pubbllico che mi piace e condivido molto".
Fabio Rubero
cuneo


Tag:
Partito Democratico - Denis Scotti - Rifondazione Comunista - Fabio Panero - Forza Italia - 2 per 1000 - Fratelli d'Italia
Altre notizie che potrebbero interessarti
Leggi tutte le notizie correlate